Maturità 2023

test d'ingresso centro studi parini parma istituto privato scuola privata
Maturità 2023

Date maturità 2023: quando si svolge l’esame di Stato

Ogni anno il Ministero dell’Istruzione stabilisce il calendario scolastico completo, che include festività nazionali, giorni di chiusura delle scuole, date dell’esame di maturità del 2023 e quelle degli esami di terza media.

DATE MATURITA’ 2023

Le date della maturità 2023 sono le seguenti:

La prima prova suppletiva si terrà invece il 5 luglio e la seconda il giorno successivo. Con la stessa ordinanza, il MI ha comunicato anche le date dell’esame di terza media 2023.

Il lunedì o il martedì successivo alla seconda prova maturità 2023 inizieranno gli esami orali. Le commissioni sentiranno circa cinque candidati al giorno e si concluderanno entro le prime due settimane di luglio.

Quest’anno la maturità si svolgerà in modo tradizionale: ci saranno le prove scritte, entrambe ministeriali, e un colloquio a seguire. L’unica eccezione, rispetto all’esame pre vocid, riguarda il completamento delle ore di PCTO, che non sarà un requisito d’ammissione – come stabilito di recente dall’Ordinanza del MIM.

Come funziona l’esame di Stato

PRIMA PROVA MATURITÀ 2023

La prima prova maturità 2023 è il primo compito scritto dell’intero esame di Stato. Si svolgerà mercoledì 21 giugno a partire dalle ore 8.30. Lo scritto è ministeriale, nel senso che le tracce vengono elaborate dal Ministero dell’Istruzione e saranno le stesse per tutti i maturandi: il compito prevede 3 tipologie d’esame per un totale di 7 tracce. Gli studenti dovranno sceglierne una a seconda della loro preparazione e della loro sensibilità.

Sebbene la prima prova dell’esame di Stato 2023 non sia quella più temuta, è bene prepararsi ad affrontare le diverse tracce (anche dando un’occhiata ai pronostici sui possibili temi, sui possibili autori e sulle possibili tracce d’attualità). Il MIUR predispone 7 tracce e tra queste gli studenti ne dovranno scegliere una, secondo le loro competenze e la loro sensibilità. Le tracce della prima prova di maturità sono così suddivise:

  • 2 tracce (una di poesia, l’altra di prosa) per l’analisi del testo (tipologia A);
  • 3 tracce per il testo argomentativo (tipologia B);
  • 2 tracce per il tema d’attualità (tipologia C).

SECONDA PROVA MATURITÀ 2023

La seconda prova della maturità 2023 è lo scritto dell’esame di Stato che serve per verificare le competenze degli studenti nelle discipline più importanti di ciascunindirizzo di studio, dette anche materie caratterizzanti. Si svolge ogni anno contemporaneamente in ciascun istituto italiano, le tracce sono ministeriali ma cambiano a seconda dell’indirizzo. Le materie che saranno oggetto di questa prova sono state rese note dal MIM il 26 gennaio. Ecco l’elenco completo.

L’anno scorso la seconda prova è stata elaborata internamente a ciascuna scuola dalle commissioni d’esame ma dal 2023 il secondo scritto tornerà a essere ministeriale e si svolgerà il 22 giugno.

Di recente il Ministero ha introdotto nuovi quadri di riferimento e nuove griglie di valutazione per la seconda prova degli istituti professionali che, a partire dal 2023, sarà rappresentata da un compito elaborato dalla commissione secondo le indicazioni generali del MI (trovate qui tutti i dettagli).

ORALE MATURITÀ 2023

Dopo la prima e la seconda prova entrambe scritte, l’esame di maturità si conclude solitamente con il colloquio orale. Si tratta di una sorta di maxi interrogazione nella quale ti verranno poste domande sull’intero programma di quinta superiore delle diverse materie. Ci sarai tu, seduto di fronte alla cattedra, e i commissari d’esame. Il momento iniziale dell’esame orale serve per giudicare le competenze maturate dallo studente nel perimetro delle discipline d’esame. Al candidato viene assegnato un argomento con cui cominciare l’orale e, a partire da questo, dovrà cercare di fare quanti più collegamenti multidisciplinari tra l’argomento assegnato e le materie d’esame.

Successivamente il candidato deve presentare – mediante breve relazione o elaborato multimediale – le esperienze svolte nell’ambito dei percorsi per le competenze trasversali (la ex alternanza scuola lavoro), successivamente si passerà alle domande dei commissari e alla correzione delle prove scritte. In generale il colloquio orale dura circa 50/60 minuti nel suo complesso, ma se la commissione è particolarmente stanca può durare meno.

VOTO MATURITÀ 2023

Il voto finale della maturità 2023 si calcola a partire dalla somma tra i crediti del triennio, dati dalla media di ciascun candidato, e il punteggio di ciascuna prova (prima, seconda e orale).  Il voto massimo che si può prendere all’esame di Stato è pari a 100, mentre il voto minimo equivale a 60. Le due prove scritte e il colloquio orale sono valutate fino a un massimo di 20 punti ciascuna (20+20+20=60), mentre il punteggio massimo derivante dai crediti è 40 (60+40=100).

 

Per tutto l’articolo clicca qui

1
Per il tuo futuro, certifica le tue competenze informatiche con noi.

CENTRO STUDI G. PARINI

 EI-CENTER ACCREDITATO PER IL RILASCIO DELLE CERTIFICAZIONI INFORMATICHE EIPASS          

 

 

1

EIPASS Cosa vuol dire

EIPASS è l’acronimo di European Informatic Passport (il passaporto europeo dell’informatica).

In ogni suo corso di formazione sia esso certificazione o corso online con attestato di frequenza EIPASS si prefigge il compito di garantire una formazione costante per una carriera di successo.

“Le competenze chiave sono quelle di cui tutti hanno bisogno per la realizzazione e lo sviluppo personali, la cittadinanza attiva, l’inclusione sociale e l’occupazione.”

 

EIPASS Perché ottenere una certificazione

Le certificazioni EIPASS sono studiate per garantire un alto livello formativo prima e durante il proprio percorso lavorativo.

Sono attestati internazionalmente riconosciuti utili per:

  • presentarsi con un curriculum efficace e qualifiche adeguate
  • selezionare e ricercare collaboratori o dipendenti con competenze certificate
  • formare personale qualificato senza intoppi logistici o problemi di gestione del lavoro interno
  • ottenere maggiore punteggio in graduatorie e concorsi pubblici.

EIPASS sostiene la diffusione della cultura digitale e il principio di Lifelong Learning su cui basa i propri programmi internazionali di certificazione.

 

Come iscriversi ai corsi EIPASS

È possibile iscriversi ai corsi EIPASS direttamente in sede (Centro Studi G.Parini via Mazzini n.6- Parma). Dopo l’iscrizione si riceveranno le credenziali di accesso per la piattaforma DIDASKO dove incominciare ad acquisire e migliorare le proprie competenze informatiche.

È possibile iscriversi anche con la carta del docente.

 

EIPASS come funziona

I corsi sono interamente forniti sulla piattaforma online DIDASKO, all’interno di ogni corso saranno presenti videolezioni con esperti dell’argomento, E-book scaricabili, slides e test di autovalutazione ripetibili.

Il materiale è disponibile 24 ore su 24 e aggiornato periodicamente per garantire competenze a passo con i tempi.

 

Quanti punti vale EIPASS

Con l’introduzione del decreto n.374 del 1 giugno 2017 le certificazioni informatiche rilasciate da qualsiasi ente accreditato possono essere riconosciute fino ad un massimo di 2 punti.

ESAMI IN SEDE

 

Per iscrizione chiamare il 324.69.69.699 – 0521.57.39.63

oppure inviare una mail: certificazioni@centrostudiparini.it

Pegaso-Mecatorum_Logo_ECP-EiPOINT-PARINI
UNIVERSITA’ PEGASO: DOVE STUDI E SOSTIENI GLI ESAMI A DISTANZA

UNIVERSITA’ PEGASO: DOVE STUDI E SOSTIENI GLI ESAMI A DISTANZA

Pegaso-Mercatorum2020_Manifesto6x3-ECP-EiPOINT-PARINI

 

UNIVERSITA’ PEGASO: DOVE STUDI E SOSTIENI GLI ESAMI A DISTANZA

Il Centro Studi G. Parini si riconferma centro dell’Università Pegaso, un’università costruita sulla base dei più moderni ed efficaci standard tecnologici in ambito e-learning che permette ai propri Allievi di studiare dove e quando vogliono, sostenendo gli esami in una delle numerose sedi, allocate tra i più prestigiosi siti storici italiani.
Presso il Centro Studi lo studente viene seguito sia nella scelta dell’indirizzo di studio più idoneo alle sue esigenze, che nella parte amministrativa, ricevendo un supporto didattico in tutti gli indirizzi di studio.

L’Università Telematica Pegaso, scelta da oltre 100.000 studenti, è l’università comoda, flessibile e per tutti: giovani, adulti, lavoratori e diversamente abili. Con Pegaso potrai studiare dove e quando vuoi e sostenere gli esami online e, terminata l’emergenza coronavirus, in una delle 92 bellissime sedi presenti in tutta Italia.

La grande rivoluzione realizzata da Pegaso è stata quella di portare l’università direttamente nelle case degli Studenti, dovunque si trovino. Del resto, rendere accessibile la formazione a tutti, anche a quelli che per motivi fisici ne sono esclusi, secondo il Presidente e fondatore, Dott. Danilo Iervolino, è alla base della democratizzazione del sapere su cui si fonda la moderna società della conoscenza.

I nostri corsi di laurea e post-laurea online rappresentano una proposta formativa unica in Italia. Grazie alla migliore didattica e la più potente tecnologia, Pegaso ti accompagna durante l’intero percorso di realizzazione delle tue aspirazioni e dei tuoi obiettivi professionali proiettandoti nel mondo del lavoro o nella creazione della tua impresa.

Oltre alla qualità elevata, i percorsi formativi Pegaso sono molto vantaggiosi grazie alle oltre 500 convenzioni che l’Ateneo ha stipulato con le più grandi aziende italiane.

Per iscrizione chiamare il 324.69.69.699 – 0521.57.39.63

oppure inviare una mail: unitel@centrostudiparini.it

 

2-1
AUGURI DI BUON NATALE E FELICE 2023

AUGURI DI BUON NATALE E FELICE 2023

1-1

Auguriamo agli alunni e ai genitori,

agli insegnanti,

Buon Natale e felice 2023

Centro Studi G. Parini

lecture-3986809_960_720
TFA SOSTEGNO VIII CICLO

TFA SOSTEGNO VIII CICLO
Seminario di preparazione a Parma

L’obiettivo del seminario formativo è quello di offrire un quadro di riferimento per l’effettuazione della prova preselettiva e di quella scritta, che costituiscono i maggiori ostacoli alla partecipazione del TFA.

 

Articolazione del seminario formativo
Il seminario formativo, tenuto dall’ispettore ministeriale prof. Luciano Rondanini, esperto in materia, si terrà a febbraio/marzo (a ridosso delle prove effettive):
10 ore suddivise in 5 incontri di due ore ciascuno (dalle 17 alle 19).

 

I primi due incontri saranno dedicati all’evoluzione della normativa sull’inclusione nel quadro generale delle riforme scolastiche, in particolare dell’autonomia e delle principali leggi degli ultimi vent’anni.
Il terzo prenderà in esame l’evoluzione della normativa e degli orientamenti culturali del nostro sistema di istruzione dalla legge 107/2015 al decreto interministeriale 182/2020 e successivi provvedimenti ministeriali.
Nel quarto incontro verranno presentate le principali teorie psicologiche dello sviluppo e dell’apprendimento fino alle più recenti scoperte dei neuroni specchio.
Il quinto e ultimo incontro si occuperà delle strategie educative e didattiche per l’organizzazione di classi inclusive.

                                                                                                Programma

1° incontro (2 febbraio 2023) – L’inclusione scolastica, l’attribuzione dell’autonomia e l’importanza del modello ICF (OMS, 2001)
2° incontro (9 febbraio 2023) – Gli ultimi vent’anni di inclusione scolastica, dal 2000 al 2022, con riferimento al tema della valutazione degli alunni con disabilità
3° incontro (16 febbraio 2023) – Esame approfondito delle norme e delle riforme della scuola italiana dalla legge 105/ 2015 ad oggi, compreso l’introduzione del modello nazionale di Piano Educativo Individualizzato (Linee guida allegate al decreto 182/2020)
4° incontro (23 febbraio 2023) – I principali e più recenti orientamenti della psicologia dello sviluppo e dell’apprendimento
5° incontro (2 marzo 2023) – Le strategie educative e didattiche della gestione di una classe inclusiva

All’inizio di ogni incontro verranno somministrati 12 test a risposta multipla per complessive 60 domande nel corso dell’intero ciclo di incontri.

Il Seminario/Formativo si terrà a Parma , presso il Centro Studi G. Parini, in Via Mazzini 6 ed è organizzato dalla Gilda degli Insegnanti di Parma e Piacenza, per gli iscritti Gilda è richiesto un contributo di 150 euro per i non iscritti 300 euro.

Per info e adesioni chiamare al numero 338 8103820

oppure

inviare mail a gildaparma@gmail.com o gildains.pc@gmail.com

6
Recupero anni scolastici – Iscrizioni aperte a.s 2022-2023

           Recupero anni scolastici – Iscrizioni aperte a.s 2022-2023
     

6     

 

 

Se ti manca il diploma o vuoi recuperare gli anni scolastici persi, rivolgiti al Centro Studi G.Parini, una scuola nata per accompagnarti nell’acquisizione di conoscenze e abilità, utili all’inserimento nella vita sociale e nel mondo del lavoro.
 Un metodo di insegnamento dinamico, docenti qualificati, competenze scientifiche, una didattica consolidata e il supporto per l’orientamento hanno permesso a centinaia di studenti di completare con successo il proprio percorso scolastico.
La scuola è costruita intorno a te, adattata alle tue esigenze e quindi perfetta per i giovani e per coloro che lavorano, offrendo la massima flessibilità.
Valorizzare il rendimento di ogni singolo studente è per Noi fondamentale ed è per questo che i nostri docenti, selezionati e competenti, sono attenti
alle esigenze didattiche di ognuno e permettono il raggiungimento dei migliori risultati grazie a una programmazione personalizzata per obiettivi.

 

 

Per iscrizione chiamare il 324.69.69.699 – 0521.57.39.63

info@centrostudiparini.it 

1
Recupero anni scolastici

Recupero anni scolastici

Nuovo logo centro studi Parini a Parma1                                     Recupero anni scolastici: oggi non è un problema

 

Se ti manca il diploma o vuoi recuperare gli anni scolastici persi, rivolgiti al Centro Studi G.Parini, una scuola nata per accompagnarti nell’acquisizione di conoscenze e abilità, utili all’inserimento nella vita sociale e nel mondo del lavoro.

Un metodo di insegnamento dinamico, docenti qualificati, competenze scientifiche, una didattica consolidata e il supporto per l’orientamento hanno permesso a centinaia di studenti di completare con successo il proprio percorso scolastico.

La scuola è costruita intorno a te, adattata alle tue esigenze e quindi perfetta per i giovani e per coloro che lavorano, offrendo la massima flessibilità.
Valorizzare il rendimento di ogni singolo studente è per Noi fondamentale ed è per questo che i nostri docenti, selezionati e competenti, sono attenti alle esigenze didattiche di ognuno e permettono il raggiungimento dei migliori risultati grazie a una programmazione personalizzata per obiettivi.

 

                                     Per iscrizione chiamare il 324.69.69.699 – 0521.57.39.63

                                                         info@centrostudiparini.it 

 

ECP-Pegaso-24CFU-Sali-in-Cattedra_1080x1920px-senza-data
Vuoi diventare un Docente? Scegli Pegaso!

Vuoi diventare un Docente? Scegli Pegaso!

Pegaso-Social-2022-GPS_Statiche-1200x630px-ECP-senza-data

Vuoi diventare un Docente? Scegli Pegaso!

 

Il Centro Studi G. Parini si riconferma centro dell’Università Pegaso, un’università costruita sulla base dei più moderni ed efficaci standard tecnologici in ambito e-learning che permette ai propri Allievi di studiare dove e quando vogliono, sostenendo gli esami in una delle numerose sedi, allocate tra i più prestigiosi siti storici italiani.
Presso il Centro Studi lo studente viene seguito sia nella scelta dell’indirizzo di studio più idoneo alle sue esigenze, che nella parte amministrativa, ricevendo un supporto didattico in tutti gli indirizzi di studio.

 

Percorso consigliato dall’Università Telematica Pegaso per acquisire 24 CFU in discipline antropo-psico-pedagogiche e in metodologie e tecnologie didattiche validi come requisito di accesso al Concorso Scuola.

 

 

Per iscrizione chiamare il 324.69.69.699 – 0521.57.39.63

oppure inviare una mail: unitel@centrostudiparini.it

 

ECP-Pegaso-24CFU-Sali-in-Cattedra_1080x1920px-senza-data
Vuoi diventare un Docente? Scegli Pegaso!

Vuoi diventare un Docente? Scegli Pegaso!

Pegaso-Social-2022-GPS_Statiche-1200x630px-ECP-senza-data

Vuoi diventare un Docente? Scegli Pegaso!

 

Il Centro Studi G. Parini si riconferma centro dell’Università Pegaso, un’università costruita sulla base dei più moderni ed efficaci standard tecnologici in ambito e-learning che permette ai propri Allievi di studiare dove e quando vogliono, sostenendo gli esami in una delle numerose sedi, allocate tra i più prestigiosi siti storici italiani.
Presso il Centro Studi lo studente viene seguito sia nella scelta dell’indirizzo di studio più idoneo alle sue esigenze, che nella parte amministrativa, ricevendo un supporto didattico in tutti gli indirizzi di studio.

 

Percorso consigliato dall’Università Telematica Pegaso per acquisire 24 CFU in discipline antropo-psico-pedagogiche e in metodologie e tecnologie didattiche validi come requisito di accesso al Concorso Scuola.

 

 

Per iscrizione chiamare il 324.69.69.699 – 0521.57.39.63

oppure inviare una mail: unitel@centrostudiparini.it

 

students-5501900_960_720
Decreto Covid e Scuole Febbraio 2022: tutte le regole in 7 punti

Decreto Covid e Scuole Febbraio 2022: tutte le regole in 7 punti

 

DECRETO COVID FEBBRAIO 2022, COSA PREVEDE

Arriva il nuovo Decreto Covid e Scuole di Febbraio 2022, approvato dal Consiglio dei Ministri che interviene sulla durata del Super Green Pass e riscrive le regole per quarantene e DAD a scuola.

Cambiano anche le norme per gli stranieri e per la zona rossa, ma per tutti le nuove regole sono scattate dal 5 febbraio 2022.

 

DECRETO COVID FEBBRAIO 2022, COSA PREVEDE

 Il nuovo Decreto Covid approvato dal Consiglio dei Ministri cambia la validità del Super Green Pass, cioè quello per chi ha fatto il booster e per i guariti che hanno ricevuto una, due o tre dosi di vaccino. Nuove norme anche sulla scuola, in particolare, quarantene e Dad. Vediamo il Decreto, in vigore dal 5 febbraio 2022, spiegato in punti.

 

1) GREEN PASS ILLIMITATO PER CHI HA LA TERZA DOSE

Il Governo ha dato il via libera alla durata del Green Pass illimitata per chi ha fatto la terza dose (booster). Stessa cosa vale per chi dopo due dosi ha avuto l’infezione e poi è guarito. Dunque, per chi ha fatto tre dosi di vaccino il cosiddetto “Mega Green Pass” non avrà più scadenza e al momento non sono previste ulteriori dosi di richiamo. “La certificazione verde Covid-19 ha validità a far data dalla medesima somministrazione senza necessità di ulteriori dosi di richiamo” si legge nella bozza del testo “A coloro che sono stati identificati come casi accertati positivi al Covid oltre il 14° giorno dalla somministrazione della prima dose di vaccino, è rilasciata, altresì, la certificazione verde, che ha validità di 6 mesi a decorrere dall’avvenuta guarigione. Invece, a coloro che sono stati identificati come casi accertati positivi a seguito del ciclo vaccinale primario o della somministrazione della relativa dose di richiamo, è rilasciato altresì, il Green Pass che ha validità a decorrere dall’avvenuta guarigione senza necessità di ulteriori dosi di richiamo”.

 

 

2) STOP QUARANTENA PER GUARITI CON DUE DOSI

Le disposizioni sull’applicazione dell’autosorveglianza invece della quarantena – in caso di contatto con un positivo – si applicano anche a chi ha effettuato due dosi di vaccino e poi è risultato infetto ed è guarito. Al momento l’autosorveglianza si applica, al posto della quarantena, o a chi ha fatto la terza dose o a chi ha avuto un contatto nei 120 giorni dal completamento del ciclo vaccinale primario o dalla guarigione. Con la nuova norma, in sostanza, si equipara per questa previsione chi è guarito dopo due dosi a chi ha ottenuto il booster. L’autosorveglianza consiste nell’obbligo di indossare mascherine FFP2 fino al 10° giorno successivo alla data dell’ultimo contatto stretto con soggetti confermati positivi al Covid, e di effettuare un test antigenico rapido o molecolare alla prima comparsa dei sintomi e, se ancora sintomatici, al 5° giorno successivo alla data dell’ultimo contatto.

 

3) ABOLITA LA ZONA ROSSA PER I VACCINATI

Anche in zona rossa con il Green pass rafforzato (per chi è vaccinato o guarito) si ammette la fruizione dei servizi, lo svolgimento delle attività e gli spostamenti limitati o sospesi. Dunque, le restrizioni previste nelle zone rosse, dovranno essere rispettate soltanto dalle persone non vaccinate.

 

4) DAD 5 GIORNI IN SCUOLA INFANZIA SOLO DOPO 5 CASI

 Nella scuola dell’infanzia nessun bimbo dovrà rimanere a casa fino a 5 casi di positività al Covid. L’obbligo di rimanere a casa scatterà dal 5° caso e per 5 giorni. Fino a 4 casi di positività accertati tra gli alunni presenti in classe, quindi, l’attività didattica prosegue per tutti in presenza con l’utilizzo di mascherine FFP2 “da parte dei docenti fino al 10° giorno successivo alla conoscenza dell’ultimo caso accertato positivo”. In tali casi, è fatto comunque obbligo di effettuare un test antigenico rapido o molecolare” o anche un tampone fai da te alla prima comparsa dei sintomi, se si è ancora sintomatici, al 5° giorno successivo alla data dell’ultimo contatto. In caso di utilizzo del test autosomministrato l’esito negativo è attestato tramite autocertificazione.

 

5) NUOVE REGOLE DAD PER LA SCUOLA PRIMARIA

 Nella scuola primaria, il nuovo Decreto Covid e Scuole Febbraio 2022 prevede:

 

  • fino a 4 casi di positività, si continuano a seguire le attività didattiche in presenza con l’utilizzo di mascherina FFP2 da parte di docenti e alunni con più di 6 anni di età e fino al decimo giorno successivo alla conoscenza dell’ultimo caso accertato positivo al Covid 19. Inoltre, è obbligatorio effettuare un test antigenico rapido o autosomministrato o molecolare alla prima comparsa dei sintomi e, se ancora sintomatici, al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto;

 

  • dal 5° caso coloro che hanno concluso il ciclo vaccinale da meno di 120 giorni o che sono guariti da meno di 120 giorni o che hanno effettuato la dose di richiamo, l’attività didattica prosegue in presenza con l’utilizzo di mascherine FFP2 da parte di docenti e alunni con più di 6 anni di età per dieci giorni; per tutti gli altri le attività proseguono in didattica digitale integrata per 5 giorni.

 

Per il rientro a scuola, vale l’autosorveglianza per i vaccinati. Dunque, ok al ricorso al tampone fai-da-te (con esito negativo autocertificato).

 

 

IL TESTO DEL DECRETO COVID E SCUOLE FEBBRAIO 2022

Mettiamo a vostra disposizione il Decreto Legge 4 febbraio 2022, n. 5 (Pdf 56 Kb) pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.29 del 04-02-2022. In questa pagina c’è anche il comunicato ufficiale del Governo sul Decreto.

 

Per tutto l’articolo clicca qui